Categoria: news90

La Notte Bianca

La CNA aderisce all’iniziativa del comune di Roma “La Notte Bianca”.
Il prossimo 27 settembre il Comune di Roma, in gemellaggio con la città di Parigi, lancia un’iniziativa di apertura notturna di tutti gli esercizi commerciali, artigianali e dei luoghi culturali della Capitale.

La Notte Bianca, questo il nome scelto, sarà un’occasione unica che prende spunto dalla ormai consolidata tradizione francese di far vivere ai propri cittadini e ai turisti, per una intera notte all’anno, una città aperta e pulsante dal centro alla periferia.

Un’esperienza per vivere la città con uno sguardo diverso, proposta a chi ha il piacere di mettersi alla ricerca di qualcosa di straordinario e “la voglia di essere per una notte viaggiatore nella propria città”.
Ma si tratterà anche di una iniziativa di forte richiamo turistico, grazie al grande rilievo internazionale che si realizzerà sia con il gemellaggio con Parigi, che con l’intesa raggiunta con il comune di Bruxelles.

Nell’arco di una settimana, tre tra le più importanti città europee – Roma, Parigi e Bruxelles – e dal prossimo anno anche altre capitali, offriranno la possibilità a migliaia di commercianti ed artigiani di farsi scoprire in un modo originale e suggestivo.

Per questi motivi la CNA ha deciso di far parte dare immediatamente il proprio contribuito per sostenere quest’iniziativa promossa dal Sindaco Veltroni, per garantire agli artigiani della Capitale di potersi presentare all’appuntamento in prima linea.

La Notte Bianca sarà sicuramente un evento straordinario, ma il nostro impegno vuole essere quello di renderlo anche interessante in primo luogo al nostro mondo di riferimento.

Per questo motivo cercheremo di caratterizzare il maggior numero di eventi possibili (tra gli oltre 100 previsti) con iniziative di carattere espressamente artigianale.
Una notte, quindi, che permetterà agli imprenditori artigiani, in modo particolare del centro storico, di essere protagonisti con la propria attività, aprendo i battenti ad uno shopping del dopo ore 20.00.

Un’occasione da sfruttare al meglio.

Per questo stiamo progettando la realizzazione di veri e propri spazi artigianali nei vari punti di snodo della manifestazione, per dare la possibilità al maggior numero di imprenditori artigiani di essere presenti e poter far apprezzare la propria produzione.
Accanto, quindi, all’attività di vendita ci saranno dei veri e propri laboratori di strada per far capire al meglio come un artigiano lavora, quali sono le difficoltà, ma anche quanta arte ci può essere nell’incidere, modellare o trasformare un qualsiasi materiale, fino ad arrivare a quello che può sembrare un “semplice” taglio dei capelli o la produzione di formaggio fresco.
Questi esempi sono solo alcuni tra quelli che la vasta categoria dell’artigianato può prevedere.